Regolamento

Per il regolamento del CALCIO A 5, si faccia riferimento a quello presente sul sito della F.I.G.C:

Regolamente FIGC Calcio a 5

 

Art. 1 – PARTECIPAZIONE AL TORNEO

 

 

 

 

 

La manifestazione, prevede la partecipazione di squadre composte da atleti che abbiano compiuto il 16° anno di età.

Art. 2 – MODALITA’ DI ISCRIZIONE .

Le iscrizioni si raccolgono presso:

Kamari Team – Cel. 393 1924813 (LUCA) -349 3129266(STEFANO)

o

Centro sportivo Helios Club Village – Via Ostiense km 22– Tel 065650595 Ostia Antica

All’atto dell’iscrizione i rispettivi Responsabili di Squadra dovranno depositare:

  1. quoto d’iscrizione pari a € 160,00;
  2. elenco dei giocatori (max 18) a disposizione con relativa fotocopia del documento;
  3. modulo accettazione regolamento sottoscritta dai Responsabili di squadra;
  4. deposito cauzionale pari a € 100,00;

Art. 3 – COMPOSIZIONE SQUADRE

Ogni squadra dovrà nominare 2 Responsabili di squadra, i quali saranno i soli legittimati a rappresentare la squadra nei rapporti con il Comitato Organizzatore.

Ogni squadra potrà usufruire inizialmente di una rosa atleti composta da un numero max di 18 giocatori; l’elenco atleti che si intende tesserare dovrà essere completato entro e non oltre la 2a giornata della 1a Fase. All’inizio poi della 2a FASE del torneo è possibile effettuare 2 cambi di giocatori (non tra squadre partecipanti al torneo)

Art. 4 – LUOGO E PERIODO DI SVOLGIMENTO

Tutti gli incontri del VIII WINTER CUP 2012-2013, si disputeranno sui nuovi campi in erba sintetica dell’impianto sportivo Helios Club Village – Via Ostiense km 22–Tel 06 5650595 Ostia Antica.

Art. 5 – SERVIZI E CONVENZIONI

La regolare iscrizione al VIII WINTER CUP 2012-2013 prevede:

1)Diffusione del comunicato settimanale;

2)Aggiornamento­ e ­pubblicazione foto delle squadre partecipanti­ nel­ ­sito www.kamariteam.it

3)Pubblicazione, stampa, affissione e diffusione di materiale di promozione e pubblicità riguardante lo svolgimento della manifestazione e le società partecipanti.

Art. 6 – FORMULA DEL TORNEO

La manifestazione si articola come segue:

·1a FASE: Composizione di più gironi con incontri di sola andata

·2a Fase “CHAMPIONS LEAGUE” e “EUROPA LEAGUE”:.

·Fase Eliminatoria delle 2 competizioni:

*Il dettaglio della formula sarà definito direttamente dall’Organizzatore alle squadre partecipanti

Art. 7 – ACCESSO AL TERRENO DI GIOCO

Prima di ciascun incontro i Responsabili di squadra dovranno depositare SOLAMENTE agli Organizzatori (e mai agli arbitri), la quota partita di importo pari a Euro 77,00 (settantasette,00).

LE PARTITE NON POTRANNO INIZIARE SE LA QUOTA CAMPO NON E’ STATA VERSATA AL COMITATO ORGANIZZATIVO.

Inoltre, dovranno ritirare la Distinta di Gara indicando:

1)data, orario, incontro;

2)tecnici e dirigenti autorizzati ad accedere alla panchina (max 3)

3)elenco dei giocatori a disposizione;

4)capitano, vice capitano, atleti di riserva

Tale Distinta debitamente compilata, dovrà essere consegnata all’Arbitro prima dell’orario di inizio partita, unitamente ai documenti di riconoscimento dei partecipanti alla gara. Si rammenta che NON sarà consentito l’accesso al terreno di gioco ad atleti sprovvisti di documento ­di­ riconoscimento e alle persone non inserite nella distinta di gara.

L’accesso al terreno di gioco, alle panchine e ai locali-spogliatoio, sarà consentito esclusivamente ai tesserati inclusi nel modulo formazione e, pertanto, sarà assolutamente vietato a qualsiasi squalificato. Qualora le squadre che si apprestano ad affrontarsi abbiano colori sociali uguali o simili, verrà estratta a sorte la squadra che dovrà provvedere alla sostituzione della propria tenuta o in mancanza di una seconda divisa, ad indossare le casacche.

Art. 8 – REGOLARE SVOLGIMENTO DEGLI INCONTRI.

Fermo restando che è fissato a 5 (cinque) il numero minimo di atleti indispensabili per consentire il regolare inizio di gara, l’Arbitro, qualora una squadra lo richieda, può concedere il tempo di attesa posticipando l’inizio dell’incontro di minuti 15 (quindici) rispetto all’orario previsto.

Trascorso inutilmente tale tempo di attesa, alla squadra cui risulti addebitabile il mancato svolgimento dell’incontro in programma, verrà inflitta la punizione sportiva della perdita della gara – sancita con il risultato di 0 a 3, e ritiro della cauzione (o di una penale) pari a Euro 70,00 (settanta).

Nel caso in cui una squadra rimanga, per qualsiasi motivo, con meno di 5 (cinque) giocatori in campo, l’incontro verrà sospeso infliggendo alla stessa la punizione sportiva della perdita della gara – sancita con il risultato di 0 a 3, salvo risultato più favorevole alla squadra avversaria conseguito al momento dell’interruzione.

Qualora entrambe le formazioni rimangano con meno di 5 (cinque) giocatori, l’incontro verrà interrotto ed entrambe le squadre verranno penalizzate di 3 punti in classifica.

Nel caso di ritardo, infortunio o assenza dell’Arbitro designato, le due squadre dovranno rimanere a disposizione per un periodo di tempo di 25 minuti (pari ad una regolamentare frazione di gioco). Si rammenta che in caso di sospensione o di mancata disputa di uno o più partite, il terreno di gioco non potrà essere utilizzato per quant’altro non ufficiale o non autorizzato in modo scritto.

Art. 9 – DURATA DELLA GARA

La durata della gara è stabilita in due tempi da 25 minuti ciascuno.

La durata del tempo deve esser prolungata per poter effettuare un calcio di rigore.

Nelle partite a eliminazione diretta (quarti, semifinale e finale) in caso di parità nei minuti regolamentari, si passerà direttamente ai calci di rigore.

Ogni squadra ha la facoltà di richiedere un time-out per tempo dalla durata di 60 secondi; il time-out può essere richiesto in qualsiasi momento, ma potrà essere concesso soltanto quando la squadra, a gioco fermo, è in possesso del pallone.

Art. 10 – CALCIO D’INIZIO

La scelta della metà del rettangolo di gioco viene sorteggiata da parte dell’arbitro con una moneta; la squadra che vince il sorteggio sceglie la porta contro cui attaccherà, mentre l’altra squadra ha diritto a battere il calcio di inizio della gara. Il pallone è in gioco quando calciato si muove in avanti.

Art. 11 – FALLI E CALCI DI PUNIZIONE

I falli e il comportamento antisportivo sono puniti con calci di punizione diretti ed indiretti: con i primi può essere segnata direttamente una rete, con i secondi è necessario che il pallone tocchi un altro giocatore prima di entrare in rete. La scivolata in contrasto è ammessa, ma mai da tergo e comunque verrà fischiata la punizione se la scivolata risulta essere effettuata in modo pericoloso. Quando viene battuto un calcio di punizione, i calciatori avversari devono rispettare la distanza regolamentare di 6 metri; a chiedere eventualmente la distanza, aspettando quindi il fischio dell’arbitro, sarà il calciatore che deve battere la punizione.

Art. 12 – CALCIO DI RIGORE

Un calcio di rigore viene concesso contro una squadra che commette una delle infrazioni punibili con un calcio di punizione diretto all’interno della propria area di rigore. La durata dei tempi di gioco deve esser prolungata per consentire l’esecuzione di un calcio di rigore. Il punto esatto da dove battere il calcio di rigore è individuato dal pallino posto sulla linea dell’area di rigore.

Art. 13 – RIMESSA LATERALE

La rimessa laterale viene effettuata con i piedi, ma non è possibile segnare una rete direttamente su rimessa. Il pallone deve esser posizionato sulla linea o leggermente dietro, ed il calciatore che esegue la rimessa non deve avere i piedi o una parte di essi in campo; i calciatori avversari devono rispettare la distanza regolamentare.

Art. 14 – RIMESSA DAL FONDO

La rimessa dal fondo può esser effettuata dal portiere o da qualsiasi altro giocatore esclusivamente con i piedi; il pallone è in gioco nel momento in cui fuoriesce completamente dall’area di rigore. Quando il portiere riceve un passaggio da un compagno non può giocare il pallone con le mani a meno che il passaggio non sia stato effettuato con un parte del corpo al di sopra del ginocchio.

Art. 15 – CALCIO D’ANGOLO

Nel battere un calcio d’angolo il pallone deve essere posizionato all’incrocio delle due linee del campo; può esser segnata una rete direttamente da calcio d’ angolo.

I calciatori avversari devono rispettare la distanza regolamentare.

Art. 16 – SOSTITUZIONI DEI CALCIATORI

Le sostituzioni sono illimitate e possono avvenire solamente anche con palla in movimento e non è necessario il permesso dell’arbitro: il giocatore che entra in campo deve quindi attendere che il compagno da sostituire esca dal terreno di gioco. La sostituzione del portiere invece deve avvenire necessariamente a gioco fermo ed è necessario il permesso dell’Arbitro.

Art. 17 – INCONTRI SOSPESI O NON DISPUTATI

Premesso che NON SONO AMMESSI IN NESSUN CASO anticipi, posticipi, inversioni date ed orari, ecc. rispetto al Calendario Ufficiale, gli incontri sospesi o non disputati, per cause non imputabili ad alcuna squadra, verranno recuperati nel più breve tempo possibile, in data ed orario stabiliti dal Comitato Organizzatore.

In caso una squadra non si dovesse presentare verrà omologato il risultato di sconfitta di 3 – 0 e perdita della cauzione (o pagamento di una penale) di 70,00 euro (settanta) – (vedi art. 8).

Art. 18 – OMOLOGAZIONE RISULTATI

L’omologazione della punizione sportiva della perdita della gara (0 – 3) mantiene inalterati eventuali provvedimenti disciplinari comminati e viene conteggiata nella differenza reti. Il ritiro o la squalifica di una squadra comporta (oltre alla trattenuta definitiva della quota di cauzione o al pagamento della penale) la nullità, ai fini di classifica, di tutti gli incontri della medesima disputati. Anche in tale ultima circostanza si intendono acquisiti solo i dati relativi a provvedimenti disciplinari inflitti negli incontri sino ad allora disputati.

Art. 19 – COMMISSIONE DISCIPLINARE

E’ istituita una apposita Commissione Disciplinare (ARA AICS – Comitato Organizzatore), che prevede l’esame dei referti, l’esame dei reclami, alla comminazione di sanzioni e squalifiche, ecc.

IN OSSEQUIO AL CARATTERE DELLA MANIFESTAZIONE, SARANNO PARTICOLARMENTE SANZIONATI QUEI COMPORTAMENTI SCORRETTI, DI PROTESTA E COMUNQUE CONTRARI ALLA MORALE SPORTIVA, CHE VERRANNO RAVVISATI PRIMA, DURANTE E DOPO LO SVOLGIMENTO DI OGNI INCONTRO, IN CAMPO, IN PANCHINA O FUORI DAL TERRENO DI GIUOCO, ANCHE DI TESSERATI NON PARTECIPANTI ALL’INCONTRO.

OLTRE ALLE VIOLAZIONI PREVISTE NEL SUCCESSIVO ART. 20, LA COMMISSIONE DISCIPLINARE POTRÀ SANZIONARE, NELLA MISURA CHERITERRÀ OPPORTUNA, QUALUNQUE COMPORTAMENTO ACCERTATO CHE DOVESSE RILEVARSI LESIVO ALLO SPIRITO DELLA MANIFESTAZIONE. IN CASO DI VIOLAZIONI PARTICOLARMENTE GRAVI, LA SUDDETTA COMMISSIONE PUÒ DECRETARE NEI CONFRONTI DELLA SQUADRA RESPONSABILE, LA SQUALIFICA DAL TORNEO, SENZA RIMBORSO ALCUNO.

Art. 20 – PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

a)L’espulsione dal terreno di gioco comporta l’automatica squalifica per uno o più turni successivi;

b)Un giocatore viene squalificato per il turno successivo qualora incorra, a prescindere dalle motivazioni, nella 3a ammonizione;

c)I turni di squalifica coincidenti con incontri sospesi o non disputati si intendono scontati; non si riterranno invece scontati i turni di squalifica coincidenti con incontri non disputati per cause imputabili alla squadra del tesserato (o dei tesserati) oggetto di sanzione;

d)Tutti i provvedimenti disciplinari comminati rimangono invariati, mantenendo quindi la loro efficacia, a prescindere dalla fase in cui il torneo si trovi o si accinga ad entrare.

e)In caso una squadra non si presenti al campo per disputare la partita (anche previo avvertimento al Comitato Organizzatore), verrà trattenuta a titolo definitivo la quota cauzionale o il pagamento di una sanzione, pari a € 70,00 (settanta).

f)La squadra che comporterà l’inizio dell’incontro oltre i 15 minuti di ritardo, dovrà pagare una penale pari a € 15,00

Art. 21 – COMUNICATI UFFICIALI

I Comunicati Ufficiali saranno affissi, presso la segreteria del Comitato Organizzatore, e pubblicati sul sito www.kamariteam.it­eFacebook/kamari team


Il Comunicato Ufficiale ha valore, a tutti gli effetti e pertanto sarà cura dei responsabili di squadra prenderne visione ed estrarne copia.

APPENDICE AL REGOLAMENTO

1)PRIMA DELL’INIZIO DELLA PARTITA LE SQUADRE DEVONO VERSARE LA QUOTA CAMPO DI 77,00€ AGLI ORGANIZZATORI. IN CASO CONTRARIO LA PARTITA NON PUO’ AVERE INIZIO.

2)NON SONO AMMESSI IN NESSUN CASO ANTICIPI, POSTICIPI, INVERSIONI DATE ED ORARI RISPETTO AL CALENDARIO UFFICIALE.

3)saranno particolarmente sanzionati quei comportamenti scorretti di protesta e comunque contrari alla morale sportiva, che verranno ravvisati prima, durante e dopo lo svolgimento di ogni incontro, in campo, in panchina o fuori dal terreno di gioco, anche di tesserati non partecipanti all’incontro.

4)La squadra che comporterà l’inizio dell’incontro oltre i 15 minuti di ritardo, dovrà pagare una penale pari a € 15,00.

5)IL FALLO LATERALE E’ BATTUTO CON I PIEDI E LA PALLA DEVE STARE FERMA SULLA RIGA O LEGGERMENTE DIETRO. I PIEDI DOVRANNO ESSERE COMUNQUE DIETRO LA RIGA.

6)LE SOSTITUZIONI SONO ILLIMITATE.

7)IN SEGUITO AD UN’ESPULSIONE IL GIOCATORE DESTINATARIO DEL PROVVEDIMENTO DEVE ABBANDONARE IL CAMPO DI GIUOCO.

8)LE PUNIZIONI SONO DIRETTE E INDIRETTE E LA DISTANZA REGOLAMENTARE E’ DI METRI 6.

9)NON SONO PREVISTI FALLI CUMULATIVI.

10)IL PASSAGGIO AL PORTIERE E’ COME DA REGOLAMENTO CALCIO.

11)LA RIMESSA DAL FONDO E’ EFFETTUATA SOLO CON PUNTATA .

12)LA SCIVOLATA IN CONTRASTO E’ AMMESSA MA MAI DA TERGO E SARA’ PUNITA COMUNQUE LA PERICOLOSITA’ DELL’INTERVENTO.

13)E’ POSSIBILE RICHIEDERE UN TIME OUT PER TEMPO DELLA DURATA DI 1 MINUTO

14)SONO AMMESSI A PARTECIPARE AL TORNEO TUTTI I GIOCATORI CHE HANNO PARTECIPATO DURANTE LA STAGIONEFINO AL CAMPIONATO DI ECCELLENZA.

per quanto non espressamente previsto nel presente Regolamento il Comitato Organizzatore si riserva di provvedere in piena ed assoluta autonomia.

KAMARITEAM

– Luogo e Periodo di Svolgimento

2

Art. 5 – Servizi e convenzioni

2

Art. 6 – Formula del Torneo

3

Art. 7 – Accesso al Terreno di Gioco

3

Art. 8 – Regolare Svolgimento Incontri

4

Art. 9 – Durata della Gara

4

Art. 10 – Calcio d’inizio

4

Art. 11 – Falli e Calci di Punizione

4

Art. 12 – Calcio di Rigore

5

Art. 13 – Rimessa Laterale

5

Art. 14 – Rimessa dal Fondo

5

Art. 15 – Calcio d’ Angolo

5

Art. 16 – Sostituzioni dei Calciatori

5

Art. 17 – Incontri Sospesi o Non Disputati

5

Art. 18 – Omologazione Risultati

6

Art. 19 – Commissione Disciplinare

6

Art. 20 – Provvedimenti Disciplinari

6

Art. 21 – Comunicati Ufficiali

7

APPENDICE AL REGOLAMENTO

7

Art. 1 – PARTECIPAZIONE AL TORNEO

La manifestazione, prevede la partecipazione di squadre composte da atleti che abbiano compiuto il 16° anno di età.

Art. 2 – MODALITA’ DI ISCRIZIONE .

Le iscrizioni si raccolgono presso:

Kamari Team – Cel. 393 1924813 (LUCA) -349 3129266(STEFANO)

o

Centro sportivo Helios Club Village – Via Ostiense km 22– Tel 065650595 Ostia Antica

All’atto dell’iscrizione i rispettivi Responsabili di Squadra dovranno depositare:

  1. quoto d’iscrizione pari a € 250,00;
  2. elenco dei giocatori (max 180) a disposizione con relativa fotocopia del documento;
  3. modulo accettazione regolamento sottoscritta dai Responsabili di squadra;
  4. deposito cauzionale pari a € 100,00;

Art. 3 – COMPOSIZIONE SQUADRE

Ogni squadra dovrà nominare 2 Responsabili di squadra, i quali saranno i soli legittimati a rappresentare la squadra nei rapporti con il Comitato Organizzatore.

Ogni squadra potrà usufruire inizialmente di una rosa atleti composta da un numero max di 18 giocatori; l’elenco atleti che si intende tesserare dovrà essere completato entro e non oltre la 2a giornata della 1a Fase. All’inizio poi della 2a FASE del torneo è possibile effettuare 2 cambi di giocatori (non tra squadre partecipanti al torneo)

Art. 4 – LUOGO E PERIODO DI SVOLGIMENTO

Tutti gli incontri del IX SPRING CUP 2012, si disputeranno sui campi in erba sintetica dell’impianto sportivo Helios Club Village – Via Ostiense km 22–Tel 06 5650595 Ostia Antica.

Art. 5 – SERVIZI E CONVENZIONI

La regolare iscrizione al IX SPRING CUP 2012 prevede:

1)Diffusione del comunicato settimanale;

2)Aggiornamento­ e ­pubblicazione foto delle squadre partecipanti­ nel­ ­sito www.kamariteam.it

3)Pubblicazione, stampa, affissione e diffusione di materiale di promozione e pubblicità riguardante lo svolgimento della manifestazione e le società partecipanti;

4)Fornitura di n. 9 mute da gioco (maglia e pantaloncino).

Art. 6 – FORMULA DEL TORNEO

La manifestazione si articola come segue:

·1a FASE: Composizione di 3 gironi (A-B-C) di cui A e B da 6 e il C da 5 squadre con incontri di sola andata

·2a Fase “CHAMPIONS LEAGUE” e “EUROPA LEAGUE”:.

·Fase Eliminatoria delle 2 competizioni:

Art. 7 – ACCESSO AL TERRENO DI GIOCO

Prima di ciascun incontro i Responsabili di squadra dovranno depositare SOLAMENTE agli Organizzatori (e mai agli arbitri), la quota partita di importo pari a Euro 75,00 (settantacinque).

LE PARTITE NON POTRANNO INIZIARE SE LA QUOTA CAMPO NON E’ STATA VERSATA AL COMITATO ORGANIZZATIVO.

Inoltre, dovranno ritirare la Distinta di Gara indicando:

1)data, orario, incontro;

2)tecnici e dirigenti autorizzati ad accedere alla panchina (max 3)

3)elenco dei giocatori a disposizione;

4)capitano, vice capitano, atleti di riserva

Tale Distinta debitamente compilata, dovrà essere consegnata all’Arbitro prima dell’orario di inizio partita, unitamente ai documenti di riconoscimento dei partecipanti alla gara. Si rammenta che NON sarà consentito l’accesso al terreno di gioco ad atleti sprovvisti di documento ­di­ riconoscimento e alle persone non inserite nella distinta di gara.

L’accesso al terreno di gioco, alle panchine e ai locali-spogliatoio, sarà consentito esclusivamente ai tesserati inclusi nel modulo formazione e, pertanto, sarà assolutamente vietato a qualsiasi squalificato. Qualora le squadre che si apprestano ad affrontarsi abbiano colori sociali uguali o simili, verrà estratta a sorte la squadra che dovrà provvedere alla sostituzione della propria tenuta o in mancanza di una seconda divisa, ad indossare le casacche.

Art. 8 – REGOLARE SVOLGIMENTO DEGLI INCONTRI.

Fermo restando che è fissato a 5 (cinque) il numero minimo di atleti indispensabili per consentire il regolare inizio di gara, l’Arbitro, qualora una squadra lo richieda, può concedere il tempo di attesa posticipando l’inizio dell’incontro di minuti 15 (quindici) rispetto all’orario previsto.

Trascorso inutilmente tale tempo di attesa, alla squadra cui risulti addebitabile il mancato svolgimento dell’incontro in programma, verrà inflitta la punizione sportiva della perdita della gara – sancita con il risultato di 0 a 3, e ritiro della cauzione ( o di una penale) pari a Euro 70,00 (settanta).

Nel caso in cui una squadra rimanga, per qualsiasi motivo, con meno di 5 (cinque) giocatori in campo, l’incontro verrà sospeso infliggendo alla stessa la punizione sportiva della perdita della gara – sancita con il risultato di 0 a 3, salvo risultato più favorevole alla squadra avversaria conseguito al momento dell’interruzione.

Qualora entrambe le formazioni rimangano con meno di 5 (cinque) giocatori, l’incontro verrà interrotto ed entrambe le squadre verranno penalizzate di 3 punti in classifica.

Nel caso di ritardo, infortunio o assenza dell’Arbitro designato, le due squadre dovranno rimanere a disposizione per un periodo di tempo di 25 minuti (pari ad una regolamentare frazione di gioco). Si rammenta che in caso di sospensione o di mancata disputa di uno o più partite, il terreno di gioco non potrà essere utilizzato per quant’altro non ufficiale o non autorizzato in modo scritto.

Art. 9 – DURATA DELLA GARA

La durata della gara è stabilita in due tempi da 25 minuti ciascuno.

La durata del tempo deve esser prolungata per poter effettuare un calcio di rigore.

Nelle partite a eliminazione diretta (quarti, semifinale e finale) in caso di parità nei minuti regolamentari, si passerà direttamente ai calci di rigore.

Ogni squadra ha la facoltà di richiedere un time-out per tempo dalla durata di 60 secondi; il time-out può essere richiesto in qualsiasi momento, ma potrà essere concesso soltanto quando la squadra, a gioco fermo, è in possesso del pallone.

Art. 10 – CALCIO D’INIZIO

La scelta della metà del rettangolo di gioco viene sorteggiata da parte dell’arbitro con una moneta; la squadra che vince il sorteggio sceglie la porta contro cui attaccherà, mentre l’altra squadra ha diritto a battere il calcio di inizio della gara. Il pallone è in gioco quando calciato si muove in avanti.

Art. 11 – FALLI E CALCI DI PUNIZIONE

I falli e il comportamento antisportivo sono puniti con calci di punizione diretti ed indiretti: con i primi può essere segnata direttamente una rete, con i secondi è necessario che il pallone tocchi un altro giocatore prima di entrare in rete. La scivolata in contrasto è ammessa, ma mai da tergo e comunque verrà fischiata la punizione se la scivolata risulta essere effettuata in modo pericoloso. Quando viene battuto un calcio di punizione, i calciatori avversari devono rispettare la distanza regolamentare di 6 metri; a chiedere eventualmente la distanza, aspettando quindi il fischio dell’arbitro, sarà il calciatore che deve battere la punizione.

Art. 12 – CALCIO DI RIGORE

Un calcio di rigore viene concesso contro una squadra che commette una delle infrazioni punibili con un calcio di punizione diretto all’interno della propria area di rigore. La durata dei tempi di gioco deve esser prolungata per consentire l’esecuzione di un calcio di rigore. Il punto esatto da dove battere il calcio di rigore è individuato dal pallino posto sulla linea dell’area di rigore.

Art. 13 – RIMESSA LATERALE

La rimessa laterale viene effettuata con i piedi, ma non è possibile segnare una rete direttamente su rimessa. Il pallone deve esser posizionato sulla linea o leggermente dietro, ed il calciatore che esegue la rimessa non deve avere i piedi o una parte di essi in campo; i calciatori avversari devono rispettare la distanza regolamentare.

Art. 14 – RIMESSA DAL FONDO

La rimessa dal fondo può esser effettuata dal portiere o da qualsiasi altro giocatore esclusivamente con i piedi; il pallone è in gioco nel momento in cui fuoriesce completamente dall’area di rigore. Quando il portiere riceve un passaggio da un compagno non può giocare il pallone con le mani a meno che il passaggio non sia stato effettuato con un parte del corpo al di sopra del ginocchio.

Art. 15 – CALCIO D’ANGOLO

Nel battere un calcio d’angolo il pallone deve essere posizionato all’incrocio delle due linee del campo; può esser segnata una rete direttamente da calcio d’ angolo.

I calciatori avversari devono rispettare la distanza regolamentare.

Art. 16 – SOSTITUZIONI DEI CALCIATORI

Le sostituzioni sono illimitate e possono avvenire solamente anche con palla in movimento e non è necessario il permesso dell’arbitro: il giocatore che entra in campo deve quindi attendere che il compagno da sostituire esca dal terreno di gioco. La sostituzione del portiere invece deve avvenire necessariamente a gioco fermo ed è necessario il permesso dell’Arbitro.

Art. 17 – INCONTRI SOSPESI O NON DISPUTATI

Premesso che NON SONO AMMESSI IN NESSUN CASO anticipi, posticipi, inversioni date ed orari, ecc. rispetto al Calendario Ufficiale, gli incontri sospesi o non disputati, per cause non imputabili ad alcuna squadra, verranno recuperati nel più breve tempo possibile, in data ed orario stabiliti dal Comitato Organizzatore.

In caso una squadra non si dovesse presentare verrà omologato il risultato di sconfitta di 3 – 0 e perdita della cauzione (o pagamento di una penale) di 70,00 euro (settanta) – (vedi art. 8).

Art. 18 – OMOLOGAZIONE RISULTATI

L’omologazione della punizione sportiva della perdita della gara (0 – 3) mantiene inalterati eventuali provvedimenti disciplinari comminati e viene conteggiata nella differenza reti. Il ritiro o la squalifica di una squadra comporta (oltre alla trattenuta definitiva della quota di cauzione o al pagamento della penale) la nullità, ai fini di classifica, di tutti gli incontri della medesima disputati. Anche in tale ultima circostanza si intendono acquisiti solo i dati relativi a provvedimenti disciplinari inflitti negli incontri sino ad allora disputati.

Art. 19 – COMMISSIONE DISCIPLINARE

E’ istituita una apposita Commissione Disciplinare (ARA AICS – Comitato Organizzatore), che prevede l’esame dei referti, l’esame dei reclami, alla comminazione di sanzioni e squalifiche, ecc.

IN OSSEQUIO AL CARATTERE DELLA MANIFESTAZIONE, SARANNO PARTICOLARMENTE SANZIONATI QUEI COMPORTAMENTI SCORRETTI, DI PROTESTA E COMUNQUE CONTRARI ALLA MORALE SPORTIVA, CHE VERRANNO RAVVISATI PRIMA, DURANTE E DOPO LO SVOLGIMENTO DI OGNI INCONTRO, IN CAMPO, IN PANCHINA O FUORI DAL TERRENO DI GIUOCO, ANCHE DI TESSERATI NON PARTECIPANTI ALL’INCONTRO.

OLTRE ALLE VIOLAZIONI PREVISTE NEL SUCCESSIVO ART. 20, LA COMMISSIONE DISCIPLINARE POTRÀ SANZIONARE, NELLA MISURA CHERITERRÀ OPPORTUNA, QUALUNQUE COMPORTAMENTO ACCERTATO CHE DOVESSE RILEVARSI LESIVO ALLO SPIRITO DELLA MANIFESTAZIONE. IN CASO DI VIOLAZIONI PARTICOLARMENTE GRAVI, LA SUDDETTA COMMISSIONE PUÒ DECRETARE NEI CONFRONTI DELLA SQUADRA RESPONSABILE, LA SQUALIFICA DAL TORNEO, SENZA RIMBORSO ALCUNO.

Art. 20 – PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

a)L’espulsione dal terreno di gioco comporta l’automatica squalifica per uno o più turni successivi;

b)Un giocatore viene squalificato per il turno successivo qualora incorra, a prescindere dalle motivazioni, nella 3a ammonizione;

c)I turni di squalifica coincidenti con incontri sospesi o non disputati si intendono scontati; non si riterranno invece scontati i turni di squalifica coincidenti con incontri non disputati per cause imputabili alla squadra del tesserato (o dei tesserati) oggetto di sanzione;

d)Tutti i provvedimenti disciplinari comminati rimangono invariati, mantenendo quindi la loro efficacia, a prescindere dalla fase in cui il torneo si trovi o si accinga ad entrare.

e)In caso una squadra non si presenti al campo per disputare la partita (anche previo avvertimento al Comitato Organizzatore), verrà trattenuta a titolo definitivo la quota cauzionale o il pagamento di una sanzione, pari a € 70,00 (settanta).

f)La squadra che comporterà l’inizio dell’incontro oltre i 15 minuti di ritardo, dovrà pagare una penale pari a € 15,00

Art. 21 – COMUNICATI UFFICIALI

I Comunicati Ufficiali saranno affissi, presso la segreteria del Comitato Organizzatore, e pubblicati sul sito www.kamariteam.it­eFacebook/kamari team


Il Comunicato Ufficiale ha valore, a tutti gli effetti e pertanto sarà cura dei responsabili di squadra prenderne visione ed estrarne copia.

APPENDICE AL REGOLAMENTO

1)PRIMA DELL’INIZIO DELLA PARTITA LE SQUADRE DEVONO VERSARE LA QUOTA CAMPO DI 75,00€ AGLI ORGANIZZATORI. IN CASO CONTRARIO LA PARTITA NON PUO’ AVERE INIZIO.

2)NON SONO AMMESSI IN NESSUN CASO ANTICIPI, POSTICIPI, INVERSIONI DATE ED ORARI RISPETTO AL CALENDARIO UFFICIALE.

3)saranno particolarmente sanzionati quei comportamenti scorretti di protesta e comunque contrari alla morale sportiva, che verranno ravvisati prima, durante e dopo lo svolgimento di ogni incontro, in campo, in panchina o fuori dal terreno di gioco, anche di tesserati non partecipanti all’incontro.

4)La squadra che comporterà l’inizio dell’incontro oltre i 15 minuti di ritardo, dovrà pagare una penale pari a € 15,00.

5)IL FALLO LATERALE E’ BATTUTO CON I PIEDI E LA PALLA DEVE STARE FERMA SULLA RIGA O LEGGERMENTE DIETRO. I PIEDI DOVRANNO ESSERE COMUNQUE DIETRO LA RIGA.

6)LE SOSTITUZIONI SONO ILLIMITATE.

7)IN SEGUITO AD UN’ESPULSIONE IL GIOCATORE DESTINATARIO DEL PROVVEDIMENTO DEVE ABBANDONARE IL CAMPO DI GIUOCO.

8)LE PUNIZIONI SONO DIRETTE E INDIRETTE E LA DISTANZA REGOLAMENTARE E’ DI METRI 6.

9)NON SONO PREVISTI FALLI CUMULATIVI.

10)IL PASSAGGIO AL PORTIERE E’ COME DA REGOLAMENTO CALCIO.

11)LA RIMESSA DAL FONDO E’ EFFETTUATA SOLO CON PUNTATA .

12)LA SCIVOLATA IN CONTRASTO E’ AMMESSA MA MAI DA TERGO E SARA’ PUNITA COMUNQUE LA PERICOLOSITA’ DELL’INTERVENTO.

13)E’ POSSIBILE RICHIEDERE UN TIME OUT PER TEMPO DELLA DURATA DI 1 MINUTO

14)SONO AMMESSI A PARTECIPARE AL TORNEO TUTTI I GIOCATORI CHE HANNO PARTECIPATO DURANTE LA STAGIONEFINO AL CAMPIONATO DI ECCELLENZA.

per quanto non espressamente previsto nel presente Regolamento il Comitato Organizzatore si riserva di provvedere in piena ed assoluta autonomia.

KAMARITEAM